Seleziona una pagina

L’idea di questo articolo è quella di raccogliere varie informazioni di base per installare su qualsiasi modello di Raspberry Pi (Pi zero W compreso) un sistema Raspbian, meglio se in versione lite visto l’intenzione di usarlo da remoto o comunque senza grafica, abilitare e configurare il wifi, abilitarne l’accesso via SSH e magari, settarne l’IP statico in modo da potervi accedere sempre allo stesso indirizzo, come sempre questi articoli sono ad uso e consumo di tutti , ma soprattutto ad uso mio come riferimento futuro, vistà l’età, la memoria cala :-D.

Parto dal fatto che il mio router è settato per fornire IP dall’indirizzo xxx.xxx.1.1 al xxx.xxx.1.50, fuori da questo range sono libero di settare io un IP statico immutabile.

Iniziamo con lo scaricare dal sito ufficiale l’OS Raspbian lite (o anche full se preferite) :

ed eventualmente anche il tool Etcher, un’applicazione con gui multipiattaforma per flashare sulla microsd / USB l’immagine dell’OS scaricato e flashate il tutto sulla vostra microsd. :

una volta flashato la vostra microsd la introdurremo nel pc, ed in genere si aprirà la partizione “boot”, qui ora andremo semplicemente a creare un file senza nessuna estensione e vuoto dal nome “ssh” il quale una volta rebootato, abiliterà l’accesso via SSH alla vostra distribuzione Raspbian.

Ma non fermiamoci qui, se abbiamo a che fare con un Raspberry Pi zero W, dovremo per forza attivare anche l’interfaccia WiFi altrimenti non riusciremo a “parlare” col nostro amato Pi, per fare questo semplicemente dovremo creare un file dal nome wpa_supplicant.conf nello stesso posto dove avete creato precedentemente il file ssh e lo editeremo per avere alla fine una situazione come questa qui sotto:

network={
    ssid="YOUR_SSID"
    psk="YOUR_PASSWORD"
    key_mgmt=WPA-PSK
}

Ovviamente voi inserirete i dati corretti della vostra rete Wifi! Vi sconsiglio di mettere la password in chiaro nel file ma di usare l’utility come indico qui sotto:

wpa_passphrase myssid

il sistema a questo punto vi chiederà di immettere la password ed alla fine genererà quanto esposto sotto:

network={
    ssid="myssid"
    #psk="questaeunapassword"
    psk=36c4f834f5e7b8a8b9bfbfa608046fafda56dcdb0d0c880b4327d270e0635bd9
}

Ovviamente con la password da voi immessa, copiate il tutto nel file /boot/wpa_supplicant.conf come detto sopra ed il gioco è fatto, ora basta inserire la vostra microsd nel raspberry ed accenderlo, per vedere l’IP acquisito dal vostro Raspberry dovrete cercare nel vostro router nella lista dei dispositivi connessi.

Una volta identificato l’IP attuale e stabilito l’IP che vorremmo settare come statico, ci connetteremo via SSH al nuovo device ed andremo ad editare il file /etc/dhcpcd.conf nel modo che vi indicherò qui sotto.

Ipotizzando che l’ip da voi stabilito per la vostra interfaccia wireless wlan0 con come statico sia 192.168.1.105, che l’ip del router/gateway sia 192.168.1.1 , aggiungeremo alla fine del file /etc/dhcpcd.conf le seguenti righe:

interface wlan0
static ip_address=192.168.1.105/24
static routers=192.168.1.1
static domain_name_servers=192.168.1.1 8.8.8.8

in maniera simile se dobbiamo invece settare con ip statico l’interfaccia LAN eth0, editate semplicemente la riga dove c’è scritto wlan0  e sostituitelo in eth0, al successivo reboot vi ritroverete l’ip corretto!

Per ora è tutto, alla prossima!

 

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi